I giovani in Europa: sale al 58% l’attivismo delle giovani generazioni

La ricerca della Commissione europea certifica il fermento di ragazzi e ragazze che hanno le idee molto chiare circa le priorità politiche: pace, lavoro, lotta alle disuguaglianze, salvaguardia del clima e dell’ambiente

Un im

Fonte foto:
https://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/eu-affairs/20210916STO12703/eye2021-online-partecipa-e-dai-forma-al-futuro-dell-ue

Un inpegno crescente dei giovani nell’Unione europea. È quanto emerge dall’Eurobarometro Flash pubblicato il 6 maggio scorso sul tema “I giovani e la democrazia”. I risultati sono relativi all’indagine condotta tra il 22 febbraio e il 4 marzo 2022, su un campione rappresentativo di 26.178 giovani di età compresa tra i 15 e i 30 anni nei 27 Stati membri tramite interviste online assistite da computer (CAWI). L’indagine permette di fare il punto su come si sentono i giovani durante il pieno svolgimento dell’Anno europeo dei giovani e la Conferenza sul futuro dell’Europa che si è appena conclusa e dove i giovani hanno avuto un ruolo essenziale.

La nuova indagine Eurobarometro mostra, dunque, un crescente impegno dei giovani: la maggior parte di loro (58%) è attiva nella società in cui vive e dichiara di aver partecipato alle attività di una o più organizzazioni giovanili negli ultimi 12 mesi. Si tratta di un aumento di 17 punti percentuali rispetto all’ultimo Eurobarometro del 2019. Inoltre, per l’Anno europeo dei giovani 2022 l’aspettativa più comune tra i giovani è che i responsabili politici ascoltino più attentamente le loro istanze e vi diano seguito, e che sostengano il loro sviluppo personale, sociale e professionale (72%).

“L’Anno europeo dei giovani dovrebbe portare a un cambiamento di paradigma nel modo in cui i giovani vengono coinvolti nelle iniziative politiche e nel processo decisionale”, ha dichiarato Margaritis Schinas, vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo. “Gli obiettivi dell’Anno europeo sono l’ascolto, la partecipazione e la promozione di opportunità concrete per i giovani europei e l’Eurobarometro Flash mostra chiaramente che questi obiettivi sono esattamente in linea con le aspettative dei giovani dell’Ue”, ha continuato.

“Come si può vedere, i giovani sono sempre più coinvolti e impegnati nel futuro delle società. Si preoccupano della pace, della cooperazione internazionale, del benessere, dell’ambiente”, ha spiegato Mariya Gabriel, commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani. “Ma vogliono essere ascoltati, e di più. Nel contesto dell’Anno europeo dei giovani, facciamo tutto il possibile per aiutarli a far sentire la loro voce”, ha continuato. “Sono lieta di annunciare che abbiamo lanciato un nuovo strumento online, la piattaforma “Voice your Vision”, dove i giovani possono esprimere le loro opinioni e idee sul futuro del progetto europeo”, ha evidenziato.

La Commissione infatti ha inaugurato un nuovo strumento online, la piattaforma “Voice your Vision” (Dai voce alla tua visione) per permettere ai giovani di far sentire più facilmente la loro voce. Nel quadro dell’Anno europeo dei giovani sono anche previsti dialoghi tra i membri del Collegio e i giovani sulle iniziative politiche: un’opportunità unica per i giovani di confrontarsi direttamente con i responsabili politici ed esprimere personalmente la propria visione e le proprie idee su tutti i settori di intervento.

Eurobarometro Flash sui giovani

La guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina ha rafforzato tra i giovani la convinzione che il principale obiettivo dell’Ue (37%) è preservare la pace, rafforzare la sicurezza internazionale e promuovere la cooperazione internazionale. Le altre priorità individuate dai giovani in ordine di importanza sono: maggiori opportunità di lavoro per i giovani (33%), la lotta alla povertà e alle disuguaglianze economiche e sociali (32%), la promozione di politiche rispettose dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici (31%).

I giovani considerano settori prioritari per l’Anno europeo dei giovani la salute mentale e fisica e il benessere (34%), la tutela dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici (34%), ma anche l’istruzione e la formazione, compresa la libera circolazione dei discenti (33%).

Nonostante la pandemia, l’indagine mostra un aumento della mobilità transnazionale dei giovani rispetto al 2019, il che riflette la forte volontà dei giovani di ristabilire contatti transfrontalieri. Circa quattro giovani su dieci (39%) hanno avuto un’esperienza lavorativa, di volontariato, di studio o sportiva in un altro paese dell’Ue. Nel 2019 erano poco più di tre su dieci (31%). La mancanza di mezzi economici rimane il principale ostacolo alla partecipazione a progetti di mobilità, anche se in calo rispetto al 2019 (dal 42% al 36%).

I risultati dell’Eurobarometro confermano infine che il programma Erasmus+, che celebra il suo 35º anniversario nel 2022, è conosciuto da oltre la metà dei giovani intervistati, anche se permangono alcune differenze tra gli Stati membri: la percentuale più alta di giovani che conoscono “Erasmus+ per studenti” si registra in Grecia (72%) e a Cipro (70%) e la più bassa in Svezia (26%).

La nuova piattaforma “Voice your Vision” (Dai voce alla tua visione)

La Commissione ha lanciato un nuovo strumento online, che diventerà un elemento centrale dell’Anno europeo dei giovani. Sulla piattaforma “Voice your Vision” (Dai voce alla tua visione) gli europei possono esprimere le loro opinioni e idee sul futuro del progetto europeo e affrontare qualsiasi tema che ritengano importante: occupazione, inclusione, pace e sicurezza, cambiamenti climatici, istruzione, salute mentale ecc. La piattaforma “Voice your Vision” (Dai voce alla tua visione) risponde all’ambizione dell’Anno europeo dei giovani, che intende dare ai giovani gli strumenti per partecipare al dibattito pubblico e al processo decisionale.

Giulia Torbidoni – TIA

Sources:

https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/ip_22_2774

Source for the picture:

https://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/eu-affairs/20210916STO12703/eye2021-online-partecipa-e-dai-forma-al-futuro-dell-ue