GESTIONE DEI CULT DELL'UE

2019-IT01-KA102-006953

Professionale lavoro basato apprendimento attività verso an efficace gestione of europeo culturale e di turistico eredità

Il candidato principale è il nostro partner di associazione Talento e creatività e TIA Formazione è partner del progetto.

La presente proposta è essenzialmente indirizzata al settore della “Gestione dei servizi culturali"Inteso come il conservazione, promozione e di protezione del patrimonio culturale, paesaggistico e turistico.

Il progetto ha quindi un approccio settoriale, ma intende offrire opportunità di formazione all'estero agli studenti degli Istituti che fanno parte del Consorzio Nazionale Mobilità, rafforzando e facendo leva su alcune specifiche competenze professionali che emergono dagli specifici ambiti di studio, sviluppando al contempo le cosiddette abilità di vita rispetto al suddetto settore.

La proposta nasce dal fatto che questo settore in Europa e soprattutto nel nostro Paese, rappresenta sicuramente un'area occupazionale di notevole importanza e una delle principali risorse in molti luoghi e territori, attualmente e sempre in continua evoluzione. Oggi più che mai, per essere competitivi nel settore e attuare efficaci politiche del lavoro, è necessario valorizzare il patrimonio culturale di un territorio in un sistema integrato, mettendo in campo risorse umane provenienti da diversi contesti formativi. In questo contesto, istituzioni pubbliche e private sono gli attori primari dell'impegno per la valorizzazione del proprio territorio.

L'area di Eredità culturale in Italia rappresenta una complessa articolazione di attività con un ampio ventaglio di organizzazioni in continua trasformazione: uno dei maggiori asset mondiali, in una fase di profondi mutamenti istituzionali e di mercato, che produce inevitabili effetti sull'occupazione e sulle strutture professionali. In quest'area è predominante il ruolo pubblico, articolato in diversi livelli amministrativi, caratterizzati da un progressivo passaggio dalla gestione centrale a quella locale. Di grande importanza è anche la dotazione di soggetti privati ​​ed enti ecclesiastici.